CTE consegna la piattaforma aerea con matricola numero 10.000

CTE ha consegnato la piattaforma aerea con matricola n° 10.000. Si tratta di una piattaforma autocarrata articolata ZED 20.2 H destinata al cliente inglese Smart Platforms Ltd. Per la speciale occasione, CTE ha programmato la verniciatura dell'intero braccio color argento per montarlo su un camion con cabina dello stesso colore. Si tratta di un traguardo ragguardevole raggiunto dopo anni di presenza sul mercato mondiale con diversi prodotti di propria produzione: ZED (autocarrate articolate), B-LIFT (autocarrate telescopiche e high range), TRACCESS (ragni), B-FIRE (autocarrate antincendio), PRATIKA (scale per traslochi) e PIANOPLAN (trasportatori su scala). Era il 1993 quando l'azienda introdusse sul mercato la prima piattaforma aerea su autocarro a braccio articolato e telescopico a "Z" denominata "Z 16D", antesignana del fortunatissimo modello Z 20 presentato nel 1996. La Z 20 ha costituito un'importantissima novità nel mercato del settore delle piattaforme aeree autocarrate patente B ed ha fatto da apripista ai vari modelli Z della casa, imitati poi da tutti i maggiori costruttori di piattaforme elevabili autocarrate. Dal 2009 la serie Z ha cambiato nome in ZED e attualmente conta 13 modelli che raggiungono altezze di lavoro da 14 fino a 32 metri. ZED 20.2 H è il modello attualmente più richiesto dal mercato: 20 m di altezza di lavoro, 9,2 m di sbraccio, portata in cesta (comprese due persone) di 230/300 kg (con cella di carico). Questo modello è stato uno dei primi a presentare il nuovo design a sezione ottagonale del braccio, realizzato con nuovo materiale costruttivo: l'acciaio Docol SSAB 1200 M ad alta resistenza, che permette di ottenere un favorevole rapporto tra prestazioni e peso dell'allestimento. Altra caratteristica di questa macchina è la stabilizzazione compatta ad H (stabilizzazione verticale): il grande vantaggio è dato dalla larghezza massima di stabilizzazione che arriva a soli 2.930 mm, e dalla possibilità di stabilizzare anche in presenza di dislivelli importanti (marciapiedi, rampe o terreni sconnessi fino a 220 mm). Dal punto di vista tecnico, questo tipo di stabilizzazione funziona con azionamento a bielle: un sistema brevettato da CTE che permette la fuoriuscita della trave contemporaneamente a quella dello stabilizzatore con un unico movimento, senza ausilio di martinetti. Questo, per l'operatore, significa semplicità e rapidità d'esecuzione. L'area di lavoro è unica: ideale per il settore del noleggio, in quanto non presenta difficoltà per il noleggio a freddo poiché la portata in cesta resta fissa per tutto lo sviluppo dell'area di lavoro.

Share