Knauf Insulation Italia al Festival dell’Energia a Milano dal 13 al 15 giugno

Knauf Insulation Italia sarà protagonista della XII edizione del Festival dell'Energia che si terrà a Milano dal 13 al 15 giugno.
Edifici efficienti, ben isolati e a basso consumo di energia, passo indispensabile verso le smart cities.

Knauf Insulation Italia ed il Politecnico di Milano discuteranno insieme ad esperti del settore e al pubblico in sala di come l'efficientamento termico degli edifici, oltre a determinare risparmi e vantaggi economici diretti, rappresenti una tappa essenziale per fornire stabilità alla rete, supportare l'integrazione delle rinnovabili e, rendere possibile la necessaria e rapida transizione energetica verso un'economia ad emissione nette zero.

Appuntamento alla Triennale di Milano, Sala Agorà, il 14 giugno dalle 14.30 alle 16.45

"Energy Efficiency First": il futuro del pianeta passa dalla riqualificazione energetica
Nonostante gli impegni internazionali ripetutamente assunti negli ultimi 30 anni, i dati 2000 - 2017 mostrano una velocità di crescita nell'uso dell'energia molto maggiore della velocità di crescita dell'output delle fonti rinnovabili: il mondo sta in effetti aggiungendo ogni anno più energia (fossile e rinnovabile) piuttosto che effettivamente sostituendo energia fossile preesistente con energia rinnovabile.

L'unico scenario che consente di mantenere il deregolamento climatico entro 1,5°C senza l'azzardo di assegnare alle generazioni future l'onere di rimuovere CO2 dall'atmosfera con tecnologie non esistenti al momento, è uno scenario di riduzione della domanda di energia finale del 40% rispetto all'uso attuale, in modo da permettere una rapida decarbonizzazione della domanda restante. [Grubler, A., et Al. (2018). A low energy demand scenario for meeting the 1.5 °C target and sustainable development goals without negative emission technologies. Nature Energy, 3(6), 515-527. ]

La collaborazione tra Knauf Insulation Italia ed il Politecnico di Milano tiene conto di queste condizioni al contorno e dunque della necessità di passare dalla enunciazione "Energy Efficiency First" a realizzazioni concrete di questo principio in termini di riduzione del fabbisogno di energia termica degli edifici con la rapidità e scala adeguate. Collaborazione concretizzatasi attraverso uno studio commissionato da Knauf Insulation al Politecnico di Milano, sotto la supervisione di Lorenzo Pagliano, docente di Fisica dell'Edificio presso il Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano e Direttore del Master in efficienza energetica e fonti rinnovabili (RIDEF).

Lo studio, condotto prendendo a riferimento due edifici a Milano, analizza il loro comportamento termico e di comfort. L'aumento dell'isolamento termico dell'involucro edilizio non solo riduce drasticamente l'uso di energia, ma aumenta la flessibilità della domanda dilatando considerevolmente l'intervallo di tempo durante il quale un edificio si mantiene nell'intervallo di comfort, anche in assenza di input energetico. Investendo nella ristrutturazione profonda di edifici (caratterizzata da riduzioni dell'uso finale di energia tra il 50 e l'80%) è dunque possibile al tempo stesso contribuire alla gestione della domanda di potenza sulle reti. In uno scenario di elettrificazione degli usi termici, la capacità di spostare domanda fuori dai i picchi di sistema, consentirà di contribuire al bilanciamento in tempo reale della rete e a ridurre costosi nuovi investimenti per reti e impianti da utilizzare solo in un numero limitato di ore.
Inoltre un edificio a basso fabbisogno di energia termica offre una risposta preziosa anche alla piena integrazione delle energie rinnovabili che vede nella natura intermittente degli agenti naturali che le alimentano (vento, sole, ecc..) e nei vincoli geografici del territorio che possa ospitarne gli impianti, delle limitazioni importanti.

È ben noto che il parco immobiliare assorbe a livello nazionale circa il 40 % del fabbisogno energetico del Paese. La riqualificazione energetica del parco immobiliare esistente é fonte di risparmi economici ed energetici, abbattimento delle emissioni inquinanti, miglioramento della qualità della vita negli ambienti e di conseguenza maggiore salubrità e produttività nei luoghi di studi e di lavoro e fonte di occupazione in larghissima parte sul territorio nazionale.

Ad oggi le barriere finanziarie si sono ridotte e promettono di ridursi ulteriormente. Ad esempio, sono già vigenti importanti misure di incentivazione fiscale per interventi di efficientamento energetico; esistono numerosi strumenti di finanziamento innovativi, come ad esempio i contratti di rendimento energetico e la possibilità, introdotta di recente dalle nuove regole Eurostat, di non iscriverli a bilancio delle pubbliche amministrazioni; ed infine la nuova programmazione dei fondi europei, in fase di negoziazione, potrebbe veicolare ingenti risorse per finanziare la transizione energetica.
In questo contesto, è quindi necessario sostenere in modo deciso la scelta strategica di investire nella riqualificazione dei nostri edifici, come infrastruttura energetica prioritaria per il sistema paese. Nelle nostre città questo è necessario per ridurre le enormi dispersioni di energia attraverso l'involucro in modo da poter coprire la domanda residua con fonti rinnovabili nelle città stesse (ad esempio usando tetti edifici, tetti ex edifici industriali ed aree dismesse).

Di questi scenari e di questa visione parleranno imprese, politici, istituzioni e università alla XII edizione del Festival dell'Energia, che si terrà a Milano presso la Triennale dal 13 a 15 Giugno.
Comporranno il panel del convegno che si terrà il 14 Giugno a Milano, il Prof. Lorenzo Pagliano, Docente al Politecnico di Milano, il Dott. Paolo Curati, Managing Director di Knauf Insulation Italia, l'On. Andrea Vallascas, relatore sulla proposta di legge per la riqualificazione energetica in edilizia, il Dott. Alessandro Pascucci, Segretario Generale di Federesco, Serena Pontoglio, Policy Officer presso il dipartimento di efficienza energetica della DG Energia della Commissione Europea e Alessandro Lodigiani, Segretario Chapter Lombardia di Green Building Council Italia. Un gruppo di alto livello che sarà moderato da Francesco Ferrante, vicepresidente del Kyoto Club.

Programma completo su www.festivaldellenergia.it

 

Share