Liebherr: un escavatore contro la frana

Interventi urgenti di protezione civile in conseguenza delle eccezionali avversità atmosferiche che hanno colpito la provincia di Parma nell’autunno 2014 sono oggi in fase di ultimazione ad opera dell’Impresa Cavalli Gianfranco che per l’intervento ha messo in campo un escavatore Liebherr 936 Litronic per la messa in sicurezza della frana di Calestano

In località Piovolo (Comune di Berceto) e Le Chiastre (Comune di Calestano) in provincia di Parma, l’impresa Cavalli Gianfranco di Nerviano degli Arduini (PR) sta portando a termine i lavori, appaltati in regime di urgenza, per il consolidamento del versante interessato dalla frana dell’autunno 2014. 
I lavori, appaltati nel dicembre del 2014, sono iniziati alla fine di gennaio di quest’anno e sono in fase di ultimazione in occasione del nostro sopralluogo. Il termine ultimo di consegna dei lavori è previsto, dopo 180 giorni intorno alla fine di luglio 2015. 
Il movimento franoso, piuttosto consistente ha interessato ampie zone boscate, ma anche una località insediata, con l’abitato di Torre di Chiastre e Chiastre nei comuni di Berceto e Calestano appunto. Il fenomeno franoso si è ripetuto dopo un primo fatto storico di dimensioni modeste si è nuovamente rimesso in moto in occasione di eventi meteo eccezionali (precipitazioni piovose a carattere persistente). La Regione Emilia Romagna è intervenuta immediatamente dopo l’evento con un progetto di messa in sicurezza dell’abitato, in particolare degli edifici che sono stati direttamente interessati dalla frana.
Il progetto mira al contenimento e al controllo di questo movimento franoso.
L’importo dei lavori ammonta a 120.000 euro.
I lavori, affidati all’impresa Cavalli Gianfranco, prevedono la creazione di fossi nelle aree di dissesto, nel risezionamento dei fossi esistenti sul corpo di frana, in opere di drenaggio, nel rimodellamento dei corpi di frana, nell’esecuzione di taglio di vegetazione nelle aree in dissesto e infine nella manutenzione e potenziamento dei reticoli di scolo superficiali. Il progetto di mantenimento in efficienza della rete scolante creata è stato redatto dal Servizio Tecnico di Bacino (sede di Parma).

 

L'articolo è stato pubblicato a pag. 54 del n. 619/2015 di Quarry&Construction...continua a leggere

 

Share