Sgc E 78: la Galleria Greppoli

Un martello HP 7000 e un HP 5000 sono stati impiegati per lo scavo di una galleria di piccole dimensioni dove l’esplosivo non avrebbe potuto essere impiegato in quanto l’opera si trovava adiacente a una viabilità in esercizio

Nel marzo 2014 si sono conclusi i lavori di scavo della galleria “Greppoli” che si trova tra Grosseto e Siena, nel tratto che interessa il Comune di Civitella Paganico sulla SGC E 78, detta anche “autostrada dei due mari”, in quanto collegherà la costa tirrenica con quella adriatica. L’arteria è un’autostrada di categoria A che una volta completata, in parte potenziando un tracciato esistente e in parte realizzandone un nuovo, connetterà, con orientamento sud-ovest/nord-est, Grosseto a Fano. La galleria “Greppoli”, lunga 100 metri, è una delle tante opere previste nel macrolotto Civitella Paganico (GR) - Monticiano (SI). Considerato il profilo geomeccanico, la contenuta lunghezza dell’opera e il fatto che in quel particolare tratto la viabilità esistente oggetto di potenziamento correva pressoché parallela alla nuova galleria, si è scartato l’impiego dell’esplosivo, optando per lo scavo con il martello idraulico. L’opera è infatti stata realizzata con martelli Indeco HP 7000 e (in alcuni brevi tratti anche con un HP 5000) utilizzati dall’impresa Strabag, che ha operato nell’ambito del consorzio Nuova F.A.R.M.A. Scarl, cui sono affidati i lavori del nuovo macrolotto. Fra questi è inclusa anche un’altra galleria (Casal di Pari) di maggiori dimensioni, sempre scavata con martelli Indeco, e ancora in fase di realizzazione.

L'articolo è stato pubblicato a pag. 59 del n. 619/2015 di Quarry&Construction...continua a leggere

Share